Locazione operativa

La locazione operativa è un contratto in base al quale l’utilizzatore di un bene, a fronte del pagamento di un canone calcolato in relazione al valore d’uso dello stesso, ne ha la disponibilità per un periodo di tempo determinato. La Locazione operativa è quindi un contratto di godimento di un bene.
Offre il vantaggio di poter optare per una soluzione alternativa all’acquisto diretto e permette di sostituire i beni a fine contratto, avendo così sempre prodotti funzionali ed aggiornati.

Chi è interessato al Noleggio?
• Chi necessita di un ricambio di arredi, complementi e/o attrezzature
• Chi non può o non vuole appesantire gli “assets” della società
• Chi non ha disponibilità di Budget per acquisti
• Chi ha “esigenze” fiscali
• Chi non vuole avere l’onere di dover gestire il ricollocamento di un bene ormai obsoleto al termine della locazione.

Costi che il cliente dovrà sostenere:
• Canone di locazione, fissi e non subiranno modifiche durante tutta la durata del contratto
• Spese amministrative una tantum €. 75,00
• Spese incasso assenti
• Assicurazione esclusa ma obbligatoria, può essere fornita come accessorio al bene o può essere stipulata con una propria compagnia

I VANTAGGI della locazione operativa:
Aspetto finanziario:
• Nessuna immobilizzazione dei capitali
• Risolve i problemi di cash flow (budget e liquidità)
• Costi certi e programmati
Aspetto amministrativo:
• Es.: proponendo un Noleggio trimestrale di 36 mesi si risparmiano 24 registrazioni dal commercialista, e altro tempo in azienda, inoltre l’amministrazione dovrà gestire solo 4 documenti all’anno (fatture trimestrali)
Aspetto fiscale:
• Es.: nel Noleggio non ci sono ammortamenti e il canone viene considerato un puro costo
• Rispetto al finanziamento e al leasing l’IRAP non si paga sulla quota interessi, non esiste la distinzione con la quota capitale e non si paga il commercialista per il complicato calcolo

Asset:
• Al contrario dell’acquisto tramite fido bancario e al finanziamento o leasing da parte di una società finanziaria, con il Noleggio non viene appesantito il bilancio dell’azienda in quanto nessuna richiesta viene inoltrata a centrali rischi.
CONTINUA EVOLUZIONE TECNICA:
• Molto maggiore rispetto agli ultimi anni, rende l’arredo e le attrezzature obsoleti in tempi molto brevi e “trasforma” la proprietà del bene in un peso e non un vantaggi o Flessibilità del contratto
• Nel corso del Noleggio esiste la possibilità di sostituire e aggiungere altri beni, configurando così un prodotto di noleggio estremamente flessibile

IMPORTANTE!! Il leasing e i fidi bancari, per la loro natura prettamente finanziaria,
rientrano nelle operazioni “a rischio” per cui sono segnalati tramite la centrale rischi
(CRIF) a tutti gli operatori finanziari. Sono parte delle linee di fido ottenibili che
sono oggetto delle valutazioni previste dall’accordo “Basilea II”. La locazione
operativa è, quindi, la soluzione finanziaria alternativa in quanto si tratta di un
sistema di gestione finanziaria per la dotazione di strumenti e beni che ha il
vantaggio di non impattare in alcun modo sulla esposizione finanziaria di impresa.
Essendo locazione di un bene, e pagando un “canone d’uso”, non viene considerato
come un finanziamento classico, ma semplicemente come l’erogazione di un servizio

La locazione operativa = STRUMENTO SNELLO E RAPIDO

La procedura prevede pochi e semplici passi, estremamente rapidi, senza nessuna complicazione burocratica per il cliente.
I documenti richiesti per accedere ai servizi per importi fino a €.10.000,00 sono i seguenti:
• Ragione Sociale e sede legale
• Recapiti telefonici, fax e telematici
• Partita Iva
• Codice Fiscale
• Data di costituzione (mese e anno)
• Nome, cognome e data di nascita del firmatario del contratto
• Offerta dettagliata della fornitura

Per offerte superiori a €. 10.000,00 sarà necessario un bilancio provvisorio relativo all’anno in corso, per liberi professionisti, società di persone e ditte individuali sarà necessario anche il modello unico più recente.

Per le associazioni ed i circoli servirà inoltre la sequenza del codice fiscale del firmatario del contratto e la copia del documento ufficiale che certifica i poteri di firma di questa persona rispetto al contratto di locazione

Alla fine del contratto si può…

• Cambiare l’arredo o i complementi accendendo un nuovo contratto di locazione (permettendo così di avere a disposizione sempre prodotti innovativi e moderni, con la minima esposizione finanziaria)
• Prorogare il contratto per un periodo di tempo prestabilito ad un canone più contenuto di quello fino ad allora pagato
• Acquistare i beni pagando un riscatto molto basso per il ritiro del bene

Carmafrigor - 3SC sas - Lucca